mercoledì 6 ottobre 2010

PUNK IS AN ATTITUDE NOT A FASHION!

Buona seeeraaa (((:
Ieri purtroppo niente post :( il pc è ufficialmente all' assistenza e ora mi sto collegando dall' unico internet cafè esistente nella mia "città", anzi, quartiere! Sono col mio amore ♥ purtroppo niente foto ora: non troviamo il programma della cam e vogliamo evitare di usare il bluetooth per non fare pasticci!
Tornando a noi..oggi vorrei parlarvi di uno stilista che a me personalmente non fa impazzire, ma sono rimasta colpita da alcune cose, e tra l' altro mi piace sempre tantissimo approfondire un pò gli argomenti che propone Vogue! Per chi ancora non lo avesse acquistato, si è parlato moltissimo della VFNO; ovviamente ha analizzato la serata sotto ogni punto di vista ma nell' edizione di ottobre perchè come ben sapete l' evento è stato il 9 settembre, e il giornale era già uscito! Ripeto, uno degli articoli che mi è piaciuto di più è stato proprio quello di John  Richmond! Prima di passare a sviluppare ben bene ciò che ha scritto Serena La Rosa "on fashionistes' bible" , vi riassumo in breve la storia del designer e del suo marchio!
John Richmond nasce a Manchester nel 1960, frequenta la Kingstone University di Londra; durante questo periodo crea la prima collezione a suo nome e collabora anche con altri marchi, quali Emporio Armani e Fiorucci (Oh my God ò.ò). Nel 1984 fonda il brand Richmond-Cornejo grazie alla copartecipazione di Maria Cornejo;nel '95 il designer desidera un' espansione a livello internazionale, quindi contatta il manager Saverio Moschillo, che lo aiuta nella diffusione delle reti di distribuzione nel mondo ( a Milano, Roma, Napoli, Londra, NY, Parigi, Monaco di Baviera). Intorno al 2000 la fama del marchio cresce a dismisura, principalmente grazie alla collezione street-wear, rivolta sopratutto ai giovani, di cui i pezzi più venduti sono sicuramente quelli del celebre jeans a vita bassa con la scritta Rich sul retro, vediamolo:

John Richmond inoltre è uno dei nomi di punta nel calendario delle sfilate milanesi ogni anno e nelle varie settimane della moda, per cui hanno sfilato top model dalla fama internazionale. Risponde a migliaia di domande postegli da moltissimi giornalisti, mi è piaciuta in maniera particolare la risposta così unica e sincera alla domanda : "Cosa c'è di nuovo in ogni sua collezione , cosa lo ispira??"; lui ha detto: "In un certo senso è tutto vecchio, perchè tutto è nato dal passato, io li ripropongo semplicemente in una nuova versione , una nuova moda, una nuova collezione: si respira sempre aria di novità!"
Ora invece vediamo la maglietta che alla VFNO milanese del 9 settembre 2010 ha suscitato tanto scalpore nelle fan di Richmond!
Ma perchè mai questa scritta?? Per chi non avesse ancora comprato Vogue, riporto più o meno in maniera esatta ciò che c'è scritto e che lui ha risposto:
"Il punk è un atteggiamento verso la vita: un continuo porsi delle domande, rifiutare l' omologazione. Il punk è stato il mio primo collegamento con la moda. Negli anni '70 si cresceva così: Marc Bolan, Roxy Music, David Bowie. Sopratutto David Bowie a Top of the Pops che cantava Starman vestito e truccato come una ragazza. Sembrava un alieno. Credo sia stato uno dei momenti che ha definito la mia generazione. Tra l' altro non sono uno stilista in senso puro. Certo mi interessano i tagli, i materiali, ma mi piace anche lavorare con le stampe, gli slogan. Per esempio: mi ha sempre affascinato l' uso del logo, la caratteristica che prima era tipica dello sportswear. Ed è proprio così che ho cominciato: mescolando l' abbigliamento sportivo allo street-style. Inoltre trovo più stimolante vedere i miei abiti indossati dalla gente, piuttosto che in sfilata. A me piace vestire persone che sappiano prendere decisioni, CORRERE RISCHI!"

6 commenti:

  1. Lui mi piace come persona anche se i pantaloni quelli con la scritta dietro!!!
    Bello il post!
    S.

    RispondiElimina
  2. Mi piace molto come ha risposto all'intervista!
    O dio ricordo quei jeans, li avevano tutti (sicuramente falsi) e li volevo anch'io!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissimo post!
    Trovo che lui sia una persona molto interessante e la t-shirt è strepitosa vorrei tanto averla!!
    Sai se c'è un modo?

    grazie
    C:
    http://moneygonefor.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Lovely blog! Im your new follower!
    http://cluelessglamour.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Ciaooooo...
    questa è la prima votla che "passo" sul tuo blog, ma... mi piace tantissimo!!!! Da oggi sarò sicuramente un'abituè ;)
    Concordo pienamente con quanto hai scritto nell'introduzione, mi ha colpita moltissimo!! :)
    baci baci

    http://acquadirosa.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. @Serena P. - Grazie, anche a me non piacciono quei jeans.

    @Giulia♥ - Io invece non li ho mai voluti perchè come ho già detto non mi sono mai piaciuti, de gustibus! ;)

    @notsoChiara - Si anche secondo me è molto interessante, anche se gli outfit che propone sulle passerelle non mi entusiasmano. Comunque che io sappia non puoi più procurartela perchè era in edizione limitata alla VFNO! Al massimo puoi provare a girare per internet e vedere se qualcuno la vende su eBay o siti simili, anche se non penso proprio! Mi dispiace! Anzi se trovi qualcosa fammelo sapere, grazie! :)

    @Clueless Glamour - I'm glad you love my blog and my followers are very important to me, so I thank you!

    @Nuvelle Vague - Grazie mille, sono felice che ti sia piaciuto, spero davvero che mi seguirai ogni giorno e ovviamente anche di non deluderti! :)

    RispondiElimina